miliardario

Ammettilo. Anche a te è accaduto di immaginarti miliardario! I super ricchi del cinema, i grandi della finanza e dell’economia mondiale, gli startupper sono protagonisti delle storie di successi multimiliardari a cui si guarda con stupore e ammirazione. Ma esiste un modo per diventare miliardari e influenzare il destino? Ecco subito 7 consigli per una vita da miliardari.

Diventa sponsor di te stesso ( e intanto cerca un mentore)

Quanto credi alle tue capacità? Quanto tempo, energie, danaro e motivazione dedichi a te stesso? Una delle principali manovre di preparazione alla tua vita da miliardario riguarda proprio la costruzione del tuo valore. Inizia con investire il 10% dei tuoi soldi su te stesso: attraverso un nuovo corso di studio, un upgrade delle tue competenze, il sostegno di un mentore ( un professionista). L’80% del tuo investimento va alla formazione. Un mentore è anche un libro, un corso on line che sappia aggiungere competenze alle tue. Il tuo valore cresce anche quando ottieni gratifiche esperienziali. Poiché divenire miliardari è un percorso materiale ma prima ancora di formazione. Diventare una persona ricca, vuol dire prima ancora arricchirsi di valori. L’impegno a migliorarsi utilizzando il tempo in modo pieno e profondo, migliora le relazioni, la qualità del lavoro e dunque la propria spendibilità nell’ambito lavorativo e il grado di felicità connesso alla soddisfazione.

miliardario

Investi in culturale e conoscenza

Il più importante investimento è quello teso all’accrescimento culturale. Il periodo di formazione delle persone che più di tutte hanno avuto successo è costantemente attivo: la conoscenza non è mai considerata acquisita del tutto. In questa tensione al voler sapere sempre più cose e sempre in modo più accurato è conservato in parte il segreto della ricchezza. Un miliardario è molto spesso un filatropo: è un intenso studio a rendere le persone più dinamiche e adatte a rispondere in modo fluido alle esigenze del mondo del lavoro. I social media sono una bolla per guardare il mondo ma la conoscenza richiede una modalità di acculturazione lontana da quella dei junk media (media spazzatura). L’idea di imparare e di lavorare per ottenere una conoscenza sempre più alta, sono la ricompensa più immediata che possiate immaginare. Se lavoro e formazione coincidono, diventare ricchi è due volte redditizio.

Fai pratica e pensa al lungo periodo

Nessuna conoscenza è utile se non si è capaci di utilizzarla nel momento giusto, trasformando in valore pratico ciò che si è appreso. La conoscenza va applicata velocemente alla quotidianità: nel lavoro, nelle proprie esperienze personali. Questa capacità di rendere la conoscenza fruibile e immediatamente spendibile è un ulteriore valore aggiunto al proprio bagaglio di soft skills. Nessun periodo di apprendimento portare alla leggerezza di dimenticare di creare un piccolo ma costante risparmio da destinare alla creazione di un capitale che produca interessi nel tempo. La ricchezza è il risultato di pratiche simili e sul costante reinvestimento di mezzi materiali, danaro e conoscenza. Dopo aver utilizzato un mentore, bisogna essere capaci di divenire mentori. Di ispirare altri attraverso il proprio valore aggiunto.

miliardario

Costruisci l’io e rinuncia all’ego

Il segreto della ricchezza si svela nel momento in cui comprendi che per uscire da te stesso devi cambiare inglobando gli altri nella tua trasformazione. La semplice capacità di riconoscere fattori positivi negli altri porta al riconoscimento della diversità come risorsa e mai come ostacolo. La collaborazione è inoltre un ponte per creare rapporti continuativi e di lungo periodo e non solo momenti di condivisione collegati ad un singolo evento. Essere capaci di creare valore e di farne il proprio marchio distintivo è un aspetto prezioso per la creazione della propria identità di successo. Al valore e al blasone più che alla ricchezza visibile sono legati i destini delle grandi aziende e della loro storia.

Guarda all’altro come valore

Ispirare. Riconoscere il talento negli altri. Offrire una opportunità. Anche queste doti sono parte necessaria nella creazione del futuro da miliardario che ti aspetta. Se l’inizio della tua ascesa fortunata ti vedrà impegnato ad investire su te stesso, l’acquisizione di conoscenze e di nuove sensibilità saprà farti guardare fuori da te. L’investimento sugli altri è forse la parte più intensa dell’investimento su se stessi, perché ha valore di reciprocità e instaura rapporti di fiducia e stima fra le persone. Sarai così in grado di riconoscere in altri, un talento, una competenza, un valore che accresceranno il tuo prestigio umano e anche economico. Ad ogni progetto esperienziale come può essere quello di diventare miliardario – o di raggiungere un obiettivo lavorativo o una felicità più vicina – servono gli altri. La positività di queste azioni di promozione e di mentoring ha inoltre il vantaggio di compattare uno spirito di gruppo e il reciproco riconoscimento di valore. Non è difficile immaginare quanto sia più semplice creare così relazioni (lavorative e private) basate su startegie win-win che prevedono collaborazione e riducono al minimo la concorrenza.

miliardario

Fondi passione e marketing

La strada verso la felicità (e verso il miliardario che sarai) non è percorribile senza un investimento passionale. Le competenze di cui hai bisogno non si acquisiscono senza un forte sacrificio. Necessaria è quindi una grande passione e una determinazione incrollabile. Un motore incessante verso l’immagine più eroica di te stesso. Una passione da sola, tuttavia, non basta. La passione dev’essere opportunamente veicolata attraverso il marketing e un progetto concreto, ben strutturato e fattibile. Non sarà certo il caso a portare il tuo talento verso il successo. Non è un modo per “vendere l’anima (né la tua aura) al diavolo”. Il marketing è un mezzo funzionale per dar vita ai tuoi progetti. Questa impostazione servirà a tenerti fisso sui risultati e su un calendario. Evitandoti passi falsi e false partenze.

Valuta la tua ricchezza

Il tuo obiettivo è diventare miliardario. Ma sei certo davvero che successo voglia dire ricchezza? Una ricchezza come questa? Importante quanto raggiungere un obiettivo basato sulla sicurezza economica è essere in grado di riuscire a stabilire il proprio metro di valutazione della ricchezza. E se la ricchezza fosse semplicemente possedere conoscenza e utilizzarla per ottenere una felicità immateriale? Se servisse a riempire il tempo, a comprare tempo per se stessi, anche senza dover raggiungere il miliardo? Non è forse nella possibilità di stabilire i propri criteri di ricchezza che si diventa autonomi e potenti? Di stabilirli in valori quali tempo, viaggi e esperienze private? Un grande insegnamento è certamente quello rivolto alla differenza fra denaro come strumento e non come fine. Il fine, che ha a che fare con la felicità, è davvero più vicino.

Le storie, gli esempi, le competenze e la condivisione non sono già un valore per la vostra ricchezza? Ti aspettiamo a Heroes 2018 con un bagaglio di esperienze e conoscenza. Il tuo primo passo verso la parte eroica di te stesso.

www.goheroes.it