Tour Heroes 2017

Riparte Heroes meet in Maratea. La kemesse dedicata al mondo dell’imprenditoria e delle start up giunta alla sua seconda edizione. Il programma di quest’anno si preannuncia ricco di novità.

La prima riguarda il coinvolgimento delle Università di tutta Italia con un vero e proprio tour che è già partito dall’Ateneo di Fisciano (Salerno) , Facoltà di Ingegneria Meccanica, dove il 28 aprile si è già tenuto il primo incontro con gli studenti nell’ambito di un corso, tenuto dal Prof. Nicola Cappetti e dalla Prof.ssa Francesca Michelin, che spiega ai partecipanti non solo come mettere a punto un prototipo ma anche come lanciarlo sul mercato.

Un esperimento che vuole unire le competenze di ingegneria ed economia aziendale per facilitare loro l’inserimento nel mondo del lavoro e spiegare quali canali sfruttare per una buona riuscita della loro futura impresa o progetto. Ma anche di invogliarli a mettersi in gioco, in un momento storico difficile per l’Italia in cui la logica della ricerca di un posto fisso e di uno stipendio sicuro diventa quasi un mantra da ripetersi e spesso una chimera da rincorrere invano.

Alla fine della presentazione del corso si è tenuto un competition pitch tra i candidati, 3 dei quali sono stati selezionati per partecipare gratuitamente ad Heroes e competere nell’ambito della gara tra start up che prevede, come premio finale, 20.000 euro.

Le altre tappe del tour. 

Sono previste per tutto il mese di maggio varie tappe distribuite tra gli atenei di Cosenza, NapoliLecceBari  e Roma. Le tappe prevederannolo stesso iter, ovvero presentazione dei corsi dedicati e selezione candidati per la gara tra start up.

Quest’anno a Heroes molti spazi saranno dedicati alla formazione all’autoimpego e all’avvio di startup. Molti seminari saranno interamente dedicati al settore dei prototipi e del brevetto.

Heroes, infatti, darà molto più spazio alle singole start up per potersi presentare al cospetto di ospiti illustri ed imprenditori di alto calibro. Un’occasione, quindi, anche di micro Business to Business con potenzialità elevatissime.

“Heroes non è un modo per spettacolarizzare l’imprenditoria ma un contributo nel generare innovazione – spiega Michele Franzese, co founder della manifestazione– proprio per questo abbiamo pensato di presentarci dentro alle Università per spiegare  questo concetto ed essere presenti in un ambito fondamentale per il mondo del lavoro. La sua culla. La sua piattaforma di lancio più importante.”

Seguiti qui gli aggiornamenti e le news dell’ Heroes Tour