Fluidia

Il podio come abitudine. Fluidia, la startup barese impegnata nella ricerca e nell’healtcare diagnostico, racconta il successo della campagna di equity crowdfunding lanciata attraverso Mamacrowd. Con 180 mila euro raggiunti in pochissimi mesi, Fluidia potrà dare inizio alla prima fase del progetto per realizzare i test di diagnosi precoce di diverse forme tumorali.

Fluidia. Un successo annunciato

Il gene della vittoria nel DNA. Vincitore della Heroes Prize Competition 2017, il team di ricerca ha dato vita ad un protocollo di diagnosi precoce di particolari forme tumorali. Il brevetto rappresenterà una vera e propria rivoluzione nelle modalità di prevenzione e individuazione delle cellule cancerogene.

La partecipazione alla Heroes Prize Competition nell’edizione 2017 ha fatto da trampolino di lancio per il team. Dalla vittoria a Maratea alla conquista del successo della campagna di crowdfunding di Mamacrowd, una delle più importanti piattaforme di equity crowdfunding del paese. L’annuncio della conclusione positiva della campagna, arriva con un comunicato ufficiale del team. I primi 180 mila euro raggiunti, saranno utilizzati per dare l’avvio alla prima fase di sperimentazione in programma. L’obiettivo di Fluidia sarà quello di finalizzare test diagnostici sui fluidi già brevettati nell’ambito del progetto di ricerca.

Fluidia

Dall’idea alla startup. I segreti di una rivoluzione

180 mila euro per validare i test elaborati dal team. La conclusione della campagna di crowdfunding porta Fluidia dal progetto alla startup. L’intraprendenza e l’interesse verso la rivoluzione rappresentata dal brevetto di diagnosi precoce, scalare e immediata ha accelerato le dinamiche di successo che hanno coinvolto Fluidia. Il sistema di analisi precoce dei fluidi coinvolge adesso anche Masmec S.p.A. L’azienda biomedicale ha da poco annunciato il proprio sostegno economico al progetto ed è a tutti gli effetti partner industriale di Fluidia. Il test R/pR permetterà di individuare in modo rapido, economico e semplice la proteina Raf Kinase Inhibitor Protein, considerato oggi un marcatore tumorale utilissimo alla prevenzione.

Fluidia

Screening di massa: l’orizzonte atteso

La portata che seguirà la commercializzazione e l’utilizzo massivo di un test simile è rivoluzionaria. Le possibilità offerta dal test si dirigono nella direzione di una possibilità concreta di realizzare screening di massa affidabili e veloci. La popolazione a rischio di forme tumorali al polmone, rene e colon tocca i 400 milioni. Non è difficile comprendere quale rivoluzione rappresenti oggi un progetto come questo. A difesa dal male del secolo e a tutela della qualità della vita. La seconda parte della campagna di crowdfunding proverà a raggiungere il secondo obiettivo immaginato da Fluidia: trasformare i test in mini test eseguibili addirittura presso farmacie e presso le proprie abitazioni. Oggi Fluidia festeggia l’ennesimo trionfo consolidando la propria identità nel campo della healtcare.

www.goheroes.it